I NOSTRI PROGETTI

 mappa dei progetti >>

          In questo momento il CEFA segue progetti in:

  • TANZANIA: progetti di sviluppo agricolo integrato in varie zone del paese (latterie, attività di trasformazione di prodotti agricoli, acquedotti rurali, viabilità...) oltre a progetti di coinvolgimento ed aiuto delle fascie più deboli della popolazione (bambini, donne, studenti...).
    SAD >>

  • KENYA: costruzione di un acquedotto  per l'ospedale, l'orfanotrofio di Kirua e di circa 16 villaggi della zona. Tale realizzazione contribuisce a migliorare la disponibilità di tempo per le famiglie, contribuendo alla diminuzione della mortalità infantile e contenendo la migrazione verso le bidonvilles di Nairobi. 
    SAD >>

  • MAROCCO: progetto di sviluppo agricolo in territori particolarmente svantaggiati dal punto di vista climatico nella  provincia di Settat , mediante l'introduzione di tecniche alternative e allevamenti di animali da cortile. Alfabetizzazione della popolazione, in particolare femminile. Si prevede un nuovo intervento nel territorio del nord del Marocco (provincia di Tetuan), per trasformare colture seccagne in irrigue.

  • SOMALIA: realizzazione di infrastrutture agricole (dighe, strade, canali di irrigazione) finalizzate ad uno sviluppo della produzione di riso (elemento base della dieta locale) per le famiglie della zona di Quoriooley e Jowhar. Costruzione di un centro nutrizionale a Merka che fornisce due pasti giornalieri e cure mediche ai bambini più poveri della zona, altrimenti minacciati dalla fame e dalle malattie. >>

  • GUATEMALA: Guatemala attività di produzione di caffè biologico, vendibile attraverso i canali del commercio equo e solidale, che garantisce livelli di reddito dignitosi ai coltivatori, e che  permette uno sviluppo cooperativo dei produttori, non più soggetti al ricatto dei grossi commercianti a causa delle loro piccole dimensioni. Nel contempo vengono realizzate attività di alfabetizzazione, specie per le donne e i bambini, nonchè di avviamento al lavoro per i giovani, spesso disoccupati. La zona di azione è quella del Quichè.
    >>

  • ALBANIA: le azioni di intervento seguono sostanzialmente due direttrici; la prima è di tipo agricolo, con attività di sviluppo della produzione olivicola, attività zootecniche di profilassi contro le malattie animali, attività di formazione agli agricoltori; la seconda di tipo sociale: centro di accoglienza per minori e donne in stato di difficoltà, centro di aggregazione per i giovani, attività sportive, attività scolastiche, attività formative.  La zona di intervento è quella di Elbasan.
    SAD >>

  • Bosnia-Erzegovina, lavoro nei campiBOSNIA  ERZEGOVINA: si tratta di progetti di sviluppo rurale nella zona di Mostar e di Gorazde. Vengono sviluppate le attività di messa a coltura di terreni grazie anche a servizi di assistenza tecnica, noleggi di macchine agricole, microcredito ai contadini, commercializzazione dei prodotti. A Gorazde è stata inoltre realizzata una serra con vivaio di piante orticole e frutticole e a Mostar un laboratorio di analisi bio-chimiche. Le attività tentano di raggiungere tutti i gruppi etnici, senza distinzione tra serbi, croati e musulmani, per rendere credibile una presenza che spinga tutti gli abitanti a una convivenza pacifica.

     mappa dei progetti >>

     

pagina web sciabolata 3 mele

 

Questa pagina fa parte di un portfolio inserito a scopo dimostrativo
il sito ufficiale del CEFA attualmente ha un altro indirizzo